Quanto conta una Manutenzione Costante?

manutenzione

Per mantenere la propria auto efficiente e sicura il più a lungo possibile, la manutenzione deve essere puntuale e accurata.

Sebbene non maniacale, qualche controllo periodico è sufficiente a raggiungere l’obiettivo, basta che siano quelli giusti e realmente utili. Motore, olio, freni, luci, batteria e filtri dell’auto hanno bisogno di revisioni regolari per assicurarne un’attività duratura e senza rischi: ecco come fare.

Liquido Freni

Lo speciale liquido che riempie l’impianto idraulico dei freni, non deve scendere al di sotto del livello indicato; se ciò accade si accende una spia luminosa all’interno dell’auto, oppure si può controllare direttamente il piccolo serbatoio all’interno del vano motore. Attenzione, se il liquido scende troppo velocemente: potrebbe dipendere da una perdita che, per la propria sicurezza ed incolumità, va immediatamente eliminata.

Liquido Freni

l consumi di olio nei motori delle macchine odierne è decisamente trascurabile rispetto ad una volta, quindi è raro che occorra un rabbocco fra un cambio e l’altro, ma sarebbe comunque opportuno controllare il livello di lubrificante ogni 1000 Km. circa, perché potrebbe verificarsi qualche perdita dovuta ad un allentamento delle guarnizioni. Si tratta di un controllo di fondamentale importanza durante il periodo di rodaggio e va effettuato sempre mantenendo la macchina in piano dopo almeno 5 minuti dall’arresto del motore. È importante pulire l’astina prima di ogni verifica e non aggiungere lubrificante in eccesso, onde evitare di danneggiare il motore.

Liquido Freni

Spesso, generalmente ogni due settimane, va effettuato un controllo, in quanto una buona pressione dei pneumatici prolunga considerevolmente la durata della vettura stessa. Se la pressione è insufficiente, oltre a consumare più carburante, essa non mantiene una buona tenuta di strada, fatto che provoca un’anomala usura del battistrada aumentando il rischio di danneggiamento alla struttura del pneumatico stesso.

La pressione va sempre controllata a gomme fredde (quando sono calde non ha alcun senso) adattandola al carico dell’automobile come indicato dal costruttore. Verificare sempre anche la tenuta della valvola di gonfiaggio ed eseguire le suddette operazioni anche per la ruota di scorta.

Luci

Per ovvie ragioni di opportunità e sicurezza, è indispensabile che tutte le luci dell’auto funzionino alla perfezione; se ci si accorge che una lampadina è fulminata, la si può sostituire facilmente da soli seguendo il libretto di istruzioni.

Batterie

Le attuali batterie necessitano di poca manutenzione, basta controllarne il livello ogni tanto aggiungendo, se occorre, acqua distillata fino alla tacca indicata. Il coperchio deve essere mantenuto asciutto e pulito.

Filtro Gasolio

È importante verificare regolarmente il filtro gasolio per scongiurare l’eventuale presenza di acqua nel carburante, deleteria per pompa ed iniettori.

Liquido Lavavetro

Per scongiurare ogni danno, usate solo ed esclusivamente il liquido specifico, reperibile presso ricambisti e supermercati specializzati, senza lasciarvi tentare da altri prodotti. 

Tergicristallo

Gli agenti atmosferici ed un uso prolungato o poco accorto di queste spazzole, conduce di solito ad una loro precoce usura. Per cambiarle, seguite quanto riportato sul libretto di istruzioni, in quanto variano sensibilmente da un modello all’altro.

Liquido Raffreddamento

Ogni volta che si fa il controllo del livello dell’olio motore, sarebbe bene eseguire anche quello del liquido di raffreddamento. La verifica va fatta tenendo l’automobile in piano e a motore rigorosamente freddo.

Il livello giusto è fino alla tacca segnata sul serbatoio in plastica. Per i rabbocchi è consigliabile usare  l’acqua distillata o demineralizzata, la stessa che utilizziamo per i ferri da stiro, per non usurare il motore. L’acqua distillata però bolle a 100 gradi e soprattutto ghiaccia a 0 gradi, dunque bisogna integrarla con un antigelo. Il liquido di raffreddamento dovrebbe essere controllato da un esperto ogni due anni circa, del tutto sostituito dopo quattro anni.

Controllo Gomme

Osservando il fianco del pneumatico si deve individuare la sigla DOT (Department Of Transportation) seguita da una serie di lettere e numeri. Le ultime quattro cifre indicano la settimana e l’anno di produzione (“data pneumatici”).

Ad esempio, dopo la dicitura DOT le ultime quattro cifre recitano 1814, indica come data di produzione la settimana 18 dell’anno 2014.

Attenzione a controllare su entrambe i lati del pneumatico, alcuni produttori riportano l’ultimo gruppo di cifre solo su di un lato.